“L’uomo di Pskov” di Guido Crepax

(0 recensioni) 0 venduti

15.00

LIBRO USATO

In questa storia, Crepax propone le sue inconfondibili geometrie “alla Mondrian”, tavole che rimandano al costruttivismo e alle figure di Malevic.

 

Questo prodotto non è vendibile ai minori di 18 anni.

Categoria: Tag: , ,

Descrizione

Nel marzo del 1918, la neonata Repubblica dei Soviet aveva firmato la pace di Brest-Litovsk. Il nuovo esercito sovietico, riorganizzato e diretto da Trockij, combatté fino alla fine del 1920 contro gli eserciti “bianchi” dell’ammiraglio Kolcak e dei generali Denikin e Judenic, sostenuti, anche con proprie truppe, da Gran Bretagna, Francia, USA e Giappone. Il territorio fu devastato da combattimenti sanguinosi. Dopo la Rivoluzione d’Ottobre era stata abolita la pena di morte, ripristinata nel corso dell’anno successivo (lo zar Nicola II e la sua famiglia vennero giustiziati nel luglio del ’18).

Settembre 1919: infuria la Guerra Civile. Ecco la storia della presa di coscienza del tenente Orlov (è lui l’uomo che viene da Pskov), che arriverà a sacrificare la propria vita pur di contrastare il sadico ufficiale col monocolo, la crudeltà del suo rapporto con l’inerme popolazione contadina. C’è l’eroismo di un piccolo gruppo di soldati con la stella rossa sul berretto, traditi da una spia dell’Ochrana (la polizia zarista).

In questa storia, Crepax propone le sue inconfondibili geometrie “alla Mondrian”, tavole che rimandano al costruttivismo e alle figure di Malevic. L’autore si diverte con le uniformi e i panorami a perdita d’occhio, con il gusto del dettaglio cinematografico e fisionomie lombrosiane. Stavolta, accentua la già classica economia di parole e dialoghi. C’è un netto prevalere del ritmo dell’azione e dei colori freddi (bianco, azzurro e blu).

Undicesimo numero della magnifica serie “Un uomo, un’avventura”, pubblicata dalla CEPIM di Sergio Bonelli: 48 tavole a colori, di grande formato, con una carta porosa e pesante, che ha trasformato quelle edizioni in oggetti di culto.

La città di Pskov è vicino al luogo dove Aleksandr Nevskij, principe di Novgorod, guidò l’esercito che sconfisse i cavalieri dell’Ordine Teutonico, sul lago ghiacciato, il 5 aprile 1242.

“L’uomo di Pskov ”
Autore: Guido Crepax
Editore: CEPIM
Soggetto: Avventura
Data di pubblicazione: 1977

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.